Login  

   

IQ1BP/p - 12 giugno 2011

Attivazione di IFF-213 Parco Naturale Regionale di Bric Tana

Come promesso eccoci ad organizzare l’attivazione del Parco Naturale Regionale di Bric Tana (IFF-213); studiata la struttura del Parco, grazie alla potenzialità di Google-Earth, nonché la zona più elevata fissiamo un paio di punti di riferimento da analizzare con cura: in Località Colla (572m slm) notiamo la postazione che si addice perfettamente alle nostre esigenze.

iff-213 panoramica postazione_resize

 

L'Area protetta del Bric Tana e della Valle dei Tre Re è nata, per salvaguardare un fenomeno carsico, con doline ed inghiottitoi, a provocare l'inclusione del Bric Tana tra le aree degne di attenzione. La storia recente del Bric Tana inizia, infatti, negli anni '60. Alcuni anni dopo una equipe diretta dal prof. Cortemiglia e composta da Andri e Maifredi, programma uno studio sistematico della zona, la cui caratteristica formazione geologica viene descritta in un'ampia relazione pubblicata sulla "Rassegna speleologica italiana" del maggio 1968. In essa viene segnalata, nella zona di Millesimo, la presenza di calcare di scogliera e viene descritta la morfologia carsica superficiale e sotterranea formatasi in questo banco di calcare sovrastante rio San Sebastiano.

 

In particolare è l'esistenza di un grande inghiottitoio esplorabile e rendere ancora più interessante la ricerca. Questa fenditura o grotta denominata "Tana" o, in dialetto, "Tana dra vurp" (Tana della Volpe, erroneamente traslato in italiano come Tana dell'Orpe) risulterà poi il vero punto nodale attorno al quale si intersecano la natura e la storia legate all'Area protetta. Curiose guglie di calcare sovrastano il fiume Bormida ergendosi dai castagneti e dai boschi misti del piccolo parco regionale di Bric Tana. In alcune cavità si osservano le nicchie di distacco di pietre da macina, frutto dell'opera di pazienti scalpellini, mentre reperti preistorici sono stati ritrovati nella località detta Tana dell'Orpe. Ricerche di paleobotanica collegate allo studio dei pollini ritrovati nel sito, hanno permesso di risalire allo stato primordiale dei luoghi e alle abitudini alimentari degli antichi abitanti.

Partiamo da casa poco prima delle 14, e verso le ore 14.50 incominciamo  i lavori di piazzamento attrezzature, striscione IFFA, antenna verticale, non dimenticando la bandiera italiana. Il posto è fantastico, siamo in mezzo ad un bel prato, in cima alla collina che sovrasta Millesimo ed aperti a 360 gradi. Di fronte a noi la collina con i ruderi del castello di Cosseria, distante in linea d’area circa 1km e che avevamo visitato una decina di anni prima! Accendiamo la radio, nessun segnale, ci giriamo e guardiamo se l’antenna è ancora in piedi, si lo è ma il cavo coassiale si è staccato dissaldandosi dal connettore! Per fortuna  abbiamo sempre con noi un cavo di riserva ed alle ore 15.15 iniziamo le trasmissioni con il nominativo di Sezione IQ1BP/p.

Stefano IZ1UHA, dopo averci collegato, si precipita a farci visita in modo da partecipare a queste operazioni sia da hunter che da attivatore. Ci raggiunge anche Moreno IW1RLC accompagnato dalla graziosa Arianna.

Ringraziamo, per il supporto cluster, Luciano I5FLN che ha inserito i primi spot, informando dei nostri spostamenti dalla banda 40 metri ai 20 e viceversa, evitando lunghi momenti di bianco ed inoltre IV3RVN, CT2IUK, IT9BUW, OZ3ABU, EW4DX, RN3RFV, RJ3DA, ON2MH, IK8WEJ, RN7G, UU2JQ.

 

 

Il tempo meteorologico nel frattempo cambia e dal bel sole che ci aveva accolto concludiamo dopo oltre 3 ore di radio con vento freddo che da nord ha portato nuvole grigie; terminiamo l’attivazione di IFF-213 alle ore 16.19z in 20 metri con un totale di nr. 426 QSOs.

 

 

 

 

Alla prossima attivazione.

Betty  IK1QFM e Massimo IK1GPG

Sezione A.R.I. di Mondovì

 

   

Quanti siamo

Abbiamo 278 visitatori e nessun utente online

   

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione. Informativa - Cookies policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori informazioni