Login  

   

Dardanello Giuseppe, Beppino. SK 11/06/2014

IK1VBZ

 

Presidente della nostra Sezione negli anni 1995-1996.

Fu consigliere negli anni 1996-1997.

Socio dal 1991 al 2000

 

 

 

 

 

Il pensiero di un amico:

Ciao Beppe.

Queste poche parole nascono spontanee dal cuore di chi ti ha voluto bene e che nel cuore ti avrà sempre ben presente.

Ripetevi sovente "o tut pra' o tut camp"... il grigio non era il tuo forte! Fermo nelle tue idee,  il tuo carattere sembrava un po' all'Antico Toscano che ultimamente fumavi, forte e "senza filtro", ma capace di slanci di generosità genuini e  mai ostentati. Forte era anche l'impeto delle tue passioni, con le quali ci travolgevi animato dall'entusiasmo.

Due tra tutte: la pratica del tiro a segno e il servizio di Radioamatore.Ti ricordiamo sulla linea di tiro che hai calcato sino a che ti e' stato possibile, con buoni risultati agonistici e dove eri solito aiutare e istruire i novizi.  Ma ti ricordiamo sopratutto impegnato nei collegamenti radio che amavi fare, sino a tarda notte, conversando perlopiù con persone di lingua spagnola perché, dicevi, il suono di quell'idioma ti ricordava il sole e ti rendeva felice. Dalla tua radio, noi lo ricordiamo bene, sono passati anche i ben più' seri messaggi di soccorso durante le alluvioni che hanno colpito le nostre valli nel 94 e 96... Intorno a quegli anni hai anche servito la comunità radioamatoriale presiedendone l'Associazione di Mondavi'.  Ci e' spiaciuto dover prendere atto, più' tardi, che tra le peggiori e più frustranti delusioni, alcune ti siano state causate proprio da dei sedicenti radioamatori.

 

Certo che nella tua vita le sofferenze non sono mai mancate e ti è toccato iniziare presto ad affrontarle. Tante le prove, dure, per il corpo e per lo spirito, che si sono susseguite quasi con accanimento, ma che hai sempre saputo affrontare con invidiabile coraggio, a testa alta.  Anche questa volta hai combattuto con le unghie e coi denti, sostenuto dall'affetto dei tuoi amici di sempre, dall'amore di Andrea Francesca e Pietro, assistito dalla dedizione di Serena che ti ha preso per mano e, sussurrandoti all'orecchio, con la forza di cui solo l'Amore e' capace, ti ha donato la serenità nell'affrontare la tua prova più difficile.

 

Questa notte il tuo nominativo solcherà di nuovo l'etere, trasmesso dai tuoi amici.  Attraverserà i confini delle nazioni e sappiamo che tu lo ascolterai.

Sarà il nostro modo di dirti arrivederci.

73s a te, Beppino!

 

leggi l'articolo su La Stampa

   

Quanti siamo

Abbiamo 117 visitatori e nessun utente online

   

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione. Informativa - Cookies policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori informazioni